I migliori film di Addison Richards

Addison Richards

Addison Richards

20/10/1902- 22/03/1964
Presentiamo la nostra classifica dei i migliori Addison Richards film. Ti piace il cinema? O stai cercando un film del tuo attore preferito da guardare stasera? Sicuramente hai qualcosa da vedere o che non sapevi ancora di Addison Richards.
Genere:
Anno:

I dieci comandamenti

I dieci comandamenti
7,9/10
  • Genere: DrammaStoria
  • Prima: 05/10/1956
  • Carattere: Fan Bearer
Scampato alla strage dei primogeniti ebrei, il piccolo Mosè viene allevato come un vero egiziano, ma quando scopre le sue origini rinuncia a tutto per condividere le sofferenze del suo popolo. Ma solo dopo l'invio delle terribili sette piaghe il faraone accetta di lasciarli partire. Più tardi, pentitosi di aver ceduto, li insegue con il suo esercito, ma viene inghiottito dal Mar Rosso. Mosé, dopo aver ricevuto le tavole della Legge, muore, ormai vecchio, vedendo soltanto da lontano la Terra Promessa. Il film è diventato l'esempio per eccellenza dei kolossal. Particolarmente sontuosi, per l'epoca, gli effetti speciali (premiati con l'Oscar) e l'uso che De Mille fa del Cinemascope.

L'idolo delle folle

L'idolo delle folle
7,6/10

Femmina folle

Femmina folle
7,6/10
Elena e Harlan, un amore a prima vista e rapide nozze. Ma, poi, la mente di lei è sconvolta da una gelosia devastante che la porta a sopprimere tutti coloro che patologicamente individua come "rivali" nel rapporto col marito, persino il figlio che aspetta. Elena arriva al punto di uccidersi, ma anche in questa occasione trama un diabolico intrigo per colpire ancora un'altra vittima.

Io ti salverò

Io ti salverò
7,5/10
Una giovane psicologa si accorge che il nuovo giovane direttore della casa di cura dove lavora, di cui pian piano si innamora, è affetto da un complesso di colpa che ha radici nell'infanzia. Con l'aiuto del suo anziano professore, la donna riesce a scoprire l'origine delle turbe; in questo modo viene risolto anche un caso d'omicidio. Il film segna l'incontro tra Hitchcock e Ingrid Bergman, che interpreterà poi anche Il peccato di Lady Considine e Notorius. Scritto da Ben Hecht, il film è un po' appesantito dall'ingenuo sottotesto psicanalitico, ed è tra i più seriosi dell'autore. La vicenda si sviluppa come una ricerca della verità in un labirinto disseminato di simboli. Per la sequenza del sogno Hitchcock si valse della collaborazione di Salvador Dalì; per la colonna sonora Miklos Rozsa ottenne un Oscar.

Il re dell'Africa

Il re dell'Africa
7/10
Alla morte del padre, la giovane Jane resta sola nella sua fattoria in Congo, con un gorilla domestico. Un impresario le propone di portare l'animale in un circo Usa. Il gorilla ha successo, ma soffre di nostalgia.

Colpo di fulmine

Colpo di fulmine
7,7/10
Un gruppo di accademici ha speso anni chiuso in casa lavorando all'Enciclopedia definitva. Quando uno di loro scopre che i suoi contributi sul gergo sono estremamente datati, si avventura nel mondo per imparare l'evoluzione del linguaggio gergale. Qui incontra Sugarpuss O’Shea, una cantante di nightclub, la quale è espertissima di slang e, si dà il caso, ha bisogno di un posto dove stare.

Hollywood Out-takes and Rare Footage

Hollywood Out-takes and Rare Footage
7,9/10

Front Page Woman

Front Page Woman
6,5/10

La storia del generale Custer

La storia del generale Custer
7,2/10
Il giovane Armstrong Custer arriva all'accademia di West Point e si distingue immediatamente per coraggio, abilità nelle armi e pessimo profitto. Conosce la ragazza che diventerà sua moglie e scalpita quando scoppia la guerra. Finalmente parte e, per un disguido burocratico, si vede assegnare il grado di generale. Alla fine della guerra è un eroe. Diventa comandante del leggendario Settimo cavalleggeri, viene mandato nel Dakota a tener d'occhio gli indiani. Coinvolto in beghe politiche, per la sua irruenza si fa nemico lo Stato Maggiore. Perde il comando e grazie a una petizione al presidente Grant lo riottiene. Nel giugno del 1876 muore da eroe al Little Big Horn lasciando inconsolabile l'adorata moglie.

Voi Assassini

Voi Assassini
7/10

The Flight That Disappeared

The Flight That Disappeared
5,7/10

Le belve della città

Le belve della città
7/10
  • Genere: CrimeDrammaThriller
  • Prima: 06/06/1936
  • Carattere: William Kennedy - Newsreel Narrator (uncredited)

Monsieur Verdoux

Monsieur Verdoux
7,8/10
  • Genere: CommediaCrime
  • Prima: 26/09/1947
  • Carattere: Bank Manager (uncredited)
Nella Francia a cavallo tra le due guerre mondiali, la crisi economica provoca disoccupazione e difficoltà alle classi sociali più deboli. Henri Verdoux, impiegato bancario, viene licenziato dopo trent'anni di collaborazione e come conseguenza, per mantenere la famiglia, moglie inferma ed un bimbo piccolo e per assicurare loro una vita dignitosa ed una casa di proprietà, finisce nel tunnel schizoide del delitto per assicurarsi patrimoni con cui finanziare attività speculative.

Arcipelago in fiamme

Arcipelago in fiamme
7/10
Imprese dell'equipaggio del B17 (Fortezza volante) Mary Ann sul fronte del Pacifico (Manila, Pearl Harbor, Mar dei Coralli) durante la seconda guerra mondiale. Uno dei migliori film d'aviazione (e di propaganda) girati durante la guerra. Il merito è della sceneggiatura di D. Nichols (candidata all'Oscar), ricca di risvolti e di tensione, del bianconero di J. Wong Howe, dell'omogenea squadra d'interpreti, del modo con cui Hawks sottolinea i temi della costrizione e del rapporto tra le singole unità e un organismo più vasto

For Me and My Gal

For Me and My Gal
7/10

The Mummy's Curse

The Mummy's Curse
5,4/10

When Tomorrow Comes

When Tomorrow Comes
6,7/10
  • Genere: DrammaRomance
  • Prima: 11/08/1939
  • Carattere: Refugee Leader at Bus

Here Comes the Band

Here Comes the Band
5,8/10

Nostro pane quotidiano

Nostro pane quotidiano
7/10

Chiamate Nord 777

Chiamate Nord 777
7,4/10
  • Genere: CrimeDramma
  • Prima: 13/02/1948
  • Carattere: State Commissioner John Albertson (uncredited)
Un giornalista di Chicago aiuta una donna a dimostrare che suo figlio, condannato per l'omicidio di un poliziotto, è innocente. Basato su una storia vera, questo thriller è un buon esempio di quel realismo semidocumentaristico che si diffuse a Hollywood nel primo dopoguerra. Oltre all'asciutta ed efficace regia di H. Hathaway, le sue carte vincenti sono la fotografia di Joe McDonald e l'interpretazione di J. Stewart. Notevole anche K. Orzazewski nella parte di Tillie.

Attori correlati